Tutti gli articoli di gelasio

Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (6). Conclusioni

L’ipotesi che Gesù abbia vissuto buona parte della sua vita nascosta all’interno della setta essenica non è solo un’ipotesi interessante e suggestiva, ma risulta essere molto più realistica di altre ipotesi che vedono la vita oscura di Gesù vissuta fuori dai confini della Palestina, in regioni lontane come il Tibet o l’Inghilterra. Continua la lettura di Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (6). Conclusioni

Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (5)

Nel precedente capitolo (4) ho formulato l’ipotesi che Gesù, all’età di 13 anni, dopo aver abbandonato la sua famiglia, possa essersi recato a Gerusalemme e da lì, dopo precise ed opportune valutazioni sociali e religiose, abbia preso la decisione di entrare a far parte della comunità essenica che si era ritirata a vivere sulla sponda occidentale del Mar Morto diventandone, tramite apposito giuramento, un membro effettivo a pieno titolo. Questo percorso progressivo della vita di Gesù è stato tracciato ed ipotizzato sulla base di riscontri oggettivi derivanti da un capillare confronto fra i contenuti dei Rotoli del Mar Morto ed i contenuti del Nuovo Testamento. Continua la lettura di Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (5)

Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (4)

Negli articoli relativi al titolo “Il falso mistero della vita nascosta di Gesù(1) (2) (3)” ho avanzato l’ipotesi di un ingresso di Gesù all’interno della setta essenica in cui poi egli visse, con molta probabilità, per circa 18 anni immergendosi completamente nello studio e nella esegesi delle Sacre Scritture. La formulazione di questa ipotesi è scaturita attraverso un confronto fra il contenuto dei manoscritti del Mar Morto ed il contenuto del Nuovo Testamento. Continua la lettura di Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (4)

Olocausto 2015 (2)

Ancora una volta sono costretto ad interrompere i miei articoli di critica ai Vangeli per occuparmi della dolorosissima migrazione di migliaia e migliaia di profughi che, fuggendo da guerra, sopraffazione e morte giungono in Italia attraverso il mare Mediterraneo su barconi fatiscenti, il più delle volte salvati da sicura morte dall’intervento delle navi dell’operazione europea di soccorso in mare “Frontex”. Bisogna precisare che questa moltitudine di disperati in fuga sono costretti a sbarcare sulle nostre coste per un motivo di carattere esclusivamente geografico, ma il loro vero obbiettivo è quello di raggiungere i paesi nord europei per ricongiungersi alle loro famiglie o ai loro parenti già residenti in questi Nazioni utilizzando l’Italia solo ed esclusivamente come territorio di transito. Continua la lettura di Olocausto 2015 (2)

Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (3)

Nel mio secondo articolo relativo al mese di maggio 2015 è stata avanzata l’ipotesi che Gesù possa aver trascorso la sua vita nascosta come affiliato della setta essenica e che qui, grazie ad uno studio attento ed approfondito dei Sacri Testi, possa essere diventato quel leggendario maestro che, per mezzo di un’azione pacifista non violenta, voleva liberare il suo popolo: il popolo ebraico dal giogo dell’occupazione romana sostenuta dalle classi dominanti ebraiche collaborazioniste, fra le quali bisogna annoverare la gerarchia sacerdotale del Tempio di Gerusalemme, sicuramente la più potente e temuta in quanto tenutaria del potere sia economico che religioso. Continua la lettura di Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (3)

Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (2)

Nel capitolo precedente è stato evidenziato il carattere forte e decisionista di Gesù dal quale si evince che egli, fin dalla tenera età, era già alla ricerca di tutte quelle verità che danno un senso compiuto alla vita, contrariamente a quanto affermato dall’evangelista Luca (Lc 2, 48-49) che tende a presentare, invece, un Gesù bambino non solo ubbidiente e sottomesso ai genitori, ma anche ligio al rispetto delle regole e dei precetti dettati dalla Sacra legge, un Gesù che improvvisamente scompare all’età di dodici anni per ripresentarsi a Nazareth, ben diciotto anni dopo, nelle vesti di erudito maestro predicatore. Continua la lettura di Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (2)

Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (1)

Dopo essermi soffermato su un tema di primaria importanza, quale risulta essere il fenomeno della migrazione di massa dai paesi sub sahariani verso l’Europa ed aver stigmatizzato non solo l’egoismo e l’insensibilità generato dell’inumano sistema capitalistico oggi vigente, ma anche la conseguente progressiva perdita di moralità e di senso di solidarietà dell’uomo del terzo millennio, che rimane indifferente di fronte al terribile genocidio che si sta consumando nelle acque del nostro mare Mediterraneo, ho sentito il bisogno di ritornare al tema principe del mio sito per illustrare, nei particolari, la vita di un grande uomo realmente vissuto: Gesù di Nazareth che per primo, fra tutti i più grandi uomini della storia, individuò e combatté quel sistema capitalistico già allora imperante in altre forme, caratterizzato da uno sfruttamento violento e selvaggio delle classi meno abbienti ad opera di un’esigua classe dominante teocratica che collaborava con l’occupante romano. Continua la lettura di Il falso mistero della vita nascosta di Gesù (1)

Olocausto 2015

Volevo imperniare il mio secondo articolo, relativo al mese di aprile 2015, sulla descrizione delle vicende evangeliche che rappresentano, poi, la missione principale di questo sito; in particolar modo avevo intenzione di soffermarmi sull’illustrazione degli inizi della vita terrena di Gesù non solo per evidenziare le regole e le norme cui venivano sottoposti i neonati ebrei, ma anche per descrivere le qualità etiche e morali che già in età adolescenziale iniziavano a caratterizzare la sua personalità. Sono stato costretto a rimandare l’argomento per entrare nel vivo della più immane tragedia che sta caratterizzando l’Europa del dopoguerra: la strage di migranti nello stretto di Sicilia la quale, per molti versi, potrebbe essere paragonata all’olocausto subito dal popolo ebraico ad opera del feroce regime nazista.
Continua la lettura di Olocausto 2015

Il Papa e la reliquia di San Gennaro

Il cosiddetto prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro, che si è verificato, seppure a metà, durante la visita del Papa al duomo di Napoli in data 21 marzo 2015, impone una seria ed approfondita riflessione fra enti ed organismi laici che induca le istituzioni pubbliche, preposte a tutelare il diritto alla verità, al realismo ed alla dignità della persona, ad esprimersi su avvenimenti e manifestazioni ritenuti unilateralmente sovrannaturali o miracolosi, ma oramai spiegati in via sperimentale, se pur indirettamente, per mezzo della scienza. In alternativa, per fare chiarezza su un fenomeno che si tramanda da secoli, si invitino le istituzioni religiose a permettere analisi scientifiche sulle reliquie miracolose con strumentazioni moderne ed attendibili che ne certifichino, inequivocabilmente, la loro vera natura.
Continua la lettura di Il Papa e la reliquia di San Gennaro

Luogo e data di nascita di Gesù

Abbiamo già osservato, nel precedente articolo relativo al mese di febbraio 2014, come uno degli obbiettivi teologici fondamentali che vollero cogliere i redattori dei Vangeli nella stesura dei loro testi fosse quello di certificare lo stato messianico di Gesù e di conseguenza la sua discendenza davidica, attraverso una evidente manipolazione degli antichi oracoli di venerati profeti, quali Isaia e Michea, per far nascere arbitrariamente Gesù a  Betlemme di Efrata, in Giudea, città natale del re Davide. Continua la lettura di Luogo e data di nascita di Gesù