Archivi categoria: Articoli sui Vangeli

Sinistra, destra: contenitori politici oramai vuoti

Le classi politiche italiane, che ancora oggi si ergono a difesa e baluardo degli interessi delle classi lavoratrici invocando politiche di sinistra, basate cioè sulle ideologie comuniste o socialiste, non hanno ancora realizzato che tali prassi ideologiche non trovano più posto nelle attuali realtà sociali, poiché già da tempo sono state spazzate via dalla completa affermazione delle prassi politiche-economiche liberali portatrici della definitiva affermazione nel mondo del capitalismo. Continua la lettura di Sinistra, destra: contenitori politici oramai vuoti

Le problematiche del dopo referendum

Siamo di nuovo nel guado, siamo ricaduti in un vergognoso pantano che pone l’Italia nel novero dei paesi meno efficienti al mondo avendo raggiunto, dopo le attuali consultazioni presidenziali, lo strabiliante primato  di 64 governi in 70 anni di regime repubblicano con una durata media, per ciascun governo, di circa 1.1 anni. Continua la lettura di Le problematiche del dopo referendum

Le conseguenze dell’esito referendario

Ci siamo, mancano poche ore alla resa dei conti; dopo molti mesi di dibattiti pro  o contro la riforma costituzionale, che in principio era stata scritta e condivisa da una vasta compagine di forze politiche ed  era stata votata con almeno il 60% di consenso delle forze parlamentari Berlusconi, leader di Forza Italia, con molta leggerezza e poco senso di responsabilità, non ebbe alcuno scrupolo nel buttare a mare tutto il lavoro politico riformista svolto grazie al patto del Nazzareno nel momento in cui il Partito Democratico, per evitare lo stallo, propose ed elesse il nuovo Presidente della repubblica nella persona di Sergio Mattarella, per altro stimato ed apprezzato dallo stesso Berlusconi e da molti altri politici di Forza Italia. Continua la lettura di Le conseguenze dell’esito referendario

Le ripercussioni del referendum sulla società italiana

Con il referendum sulla permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea il Vecchio Continente è stato scosso, fin dalle sue fondamenta, da un risultato inaspettato che nessun sondaggista aveva mai diagnosticato. La Gran Bretagna esce dall’Unione europea con il 52% dei voti referendari coniando, in seguito a questo clamoroso evento, un nuovo termine: Brexit. La Sterlina, all’indomani del risultato, si deprezzò del 10% ed attualmente Londra sta per perdere il suo primato di mercato finanziario più importante d’Europa, perché tutte le maggiori banche vogliono lasciare il Regno Unito oramai isolato nel contesto europeo. Continua la lettura di Le ripercussioni del referendum sulla società italiana

I miracoli

Abbiamo visto, nei capitoli precedenti, come gli evangelisti abbiano adottato una strategia ben precisa per trasformare progressivamente Gesù, da un abile guaritore qual era effettivamente, in un essere divino capace di compiere miracoli veri e propri, cioè atti sovrannaturali che esulano dalle normali leggi naturali. In effetti essi non sono sicuri che le predizioni, le guarigioni, e le guarigioni che io ho appellato”di transizione verso il miracolo” non siano sufficienti per accreditare Gesù, presso le masse, come il reale Figlio di Dio sceso sulla terra ed allora introducono una terza categoria di guarigioni che sono miracoli veri e propri, in prima istanza perché vanno contro le normali leggi di natura, in secondo luogo poiché Gesù non impone le mani, non tocca, non cura, non parla con il paziente, ma opera un vero miracolo anche a distanza in qualità di essere divino e solo in virtù di una piena ed incondizionata dichiarazione di fede. Continua la lettura di I miracoli

Guarigioni di transizione verso il miracolo

Le guarigioni reali che Gesù mette in atto durante la sua predicazione alle masse ebraiche vengono sfruttate dagli evangelisti come pseudo miracoli con lo scopo di elevare Gesù al rango di Figlio di Dio e creare, sulla sua figura e sulle sue azioni, una nuova religione: la religione cristiana in alternativa alla religione ebraica. Continua la lettura di Guarigioni di transizione verso il miracolo

Guargioni (2)

All’epoca in cui visse Gesù si credeva che le malattie mentali fossero generate da un intervento diretto del maligno sulle menti delle persone malate. Ancora oggi la scienza non è in grado di spiegare in maniera esaustiva i comportamenti e la manifestazioni di estrema complessità in cui vengono a trovarsi determinate categorie di malati mentali. Questi casi vengono trattati e curati da specialisti, chiamati esorcisti che a volte riescono a guarire il malato ingaggiando una furibonda lotta verbale e rituale con Satana per poterlo scacciare dalla mente del malato stesso. Gli esorcisti, per guarire i posseduti dal demonio, adottano riti particolari e mettono in atto formule contenute in uno specifico rituale. Continua la lettura di Guargioni (2)

Capacità predittive di Gesù

Dopo aver messo in evidenza il vergognoso comportamento delle nazioni europee nei confronti di quei popoli che oggi chiedono asilo politico per sfuggire alle persecuzioni ed alla morte ed aver constatato che, specialmente in quelle nazioni cattoliche che cinquant’anni fa appartenevano all’URSS, non esiste più misericordia, pietà ed amore per il prossimo, è bene ritornare al messaggio di quel grande uomo che, esattamente 2021 anni or sono, diede la vita per liberare il popolo ebraico dalla schiavitù romana appoggiata dal collaborazionismo interno messo in atto dai sommi sacerdoti. Continua la lettura di Capacità predittive di Gesù

L’Europa di fronte alla crisi migratoria

Venti gelidi di intolleranza, di indifferenza, di egoismo, di disumanità spirano violentemente sui cieli della vecchia Europa che non è mai stata storicamente in grado di risolvere attraverso il dialogo, la comprensione, l’altruismo le gravi crisi che hanno caratterizzato tutto il corso del ventesimo secolo. Ora io credo che le passate esperienze attraversate da Stati, da società, da movimenti politici, in pratica tutta la storia vissuta debba assurgere al nobile rango di “Maestra di vita” dalla quale non si può prescindere per evitare di ripetere tutti quegli errori che hanno dato origine ad egoismi nazionalisti ed odii che, a loro volta, sono stati poi la causa di comportamenti indicibili, di olocausti e stragi che hanno privato l’uomo di quell’umanesimo che pur è dentro di lui riducendolo al rango di bestia feroce. Continua la lettura di L’Europa di fronte alla crisi migratoria

I discepoli di Gesù (3)

La descrizione dettagliata, fornita negli articoli (1) e (2), dei personaggi che costituivano lo stato maggiore del movimento fondato da Gesù, mette in evidenza la reale possibilità che almeno il 50% del gruppo dirigente potesse provenire da una precedente esperienza patriottica di tipo armato. Lo stesso fondatore del movimento, Gesù, ammette che la sua missione non sarà immune da divisioni, odi e violenza: << Non crediate che io sono venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare la pace, ma la spada, sono venuto a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre […] >> (Mt 10, 34-35). Continua la lettura di I discepoli di Gesù (3)