Archivi categoria: Società religiosa

Il Papa e la reliquia di San Gennaro

Il cosiddetto prodigio della liquefazione del sangue di San Gennaro, che si è verificato, seppure a metà, durante la visita del Papa al duomo di Napoli in data 21 marzo 2015, impone una seria ed approfondita riflessione fra enti ed organismi laici che induca le istituzioni pubbliche, preposte a tutelare il diritto alla verità, al realismo ed alla dignità della persona, ad esprimersi su avvenimenti e manifestazioni ritenuti unilateralmente sovrannaturali o miracolosi, ma oramai spiegati in via sperimentale, se pur indirettamente, per mezzo della scienza. In alternativa, per fare chiarezza su un fenomeno che si tramanda da secoli, si invitino le istituzioni religiose a permettere analisi scientifiche sulle reliquie miracolose con strumentazioni moderne ed attendibili che ne certifichino, inequivocabilmente, la loro vera natura.
Continua la lettura di Il Papa e la reliquia di San Gennaro

Chiesa e Ateismo (2)

Come promesso nel mio  primo articolo relativo al mese di novembre dal titolo “Chiesa e Ateismo (1)”, ritorno sull’argomento per dimostrare come la Chiesa cattolica, pur dicendosi disposta ad intavolare un dialogo aperto e sincero con le masse atee e non credenti, in realtà è disponibile a discutere e ad interloquire solo ed esclusivamente con esponenti elitari della società laica per trarne il massimo profitto divulgativo in termini di attenzione dei media a quello che, in realtà, è poi un dialogo sterile ed infecondo, che rimane fine a se stesso, poiché non rivolto ad affrontare e dare soluzioni alle problematiche etiche, morali e sociali che affliggono oggi la società umana causate, principalmente, dalla folle corsa dell’uomo, cui la Chiesa stessa è partecipe, tesa alla conquista di quel dio materiale che si chiama “Denaro”. Continua la lettura di Chiesa e Ateismo (2)

Chiesa e Ateismo (1)

Il 24 aprile del 2008 l’arcivescovo Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, direttore della Pontificia Commissione per i Beni Culturali, nonché finissimo biblista ed oggi cardinale, in un’intervista rilasciata al giornalista Nello Aiello dell’Espresso sul rapporto Chiesa e Ateismo così si esprimeva: “Sento la mancanza degli atei veri, una sfida indispensabile per la Chiesa […]. Ciò che è entrato in crisi è oggi l’Ateismo “alto”. A sostituirlo interviene una forma di sarcasmo, di sberleffo, di critica fondamentalista […], un Ateismo fatto di indifferenza, di banalità, di qualunquismo. L’Ateismo “alto” risiede nel confronto che può diventare scontro fra sistemi alternativi così come è accaduto nei secoli scorsi fra due grandi visioni del mondo: il marxismo e il cristianesimo”. Continua la lettura di Chiesa e Ateismo (1)

La canonizzazione di Giovanni Paolo II

Anche se non è ancora trascorso un periodo di tempo sufficiente per mettere a fuoco e comprendere nei dettagli le strategie socio – politiche messe in atto dalla Chiesa Cattolica sui vari scenari del mondo nel corso della seconda metà de XX secolo, non si può fare a meno di prendere in considerazione ed analizzare l’operato di Giovanni Paolo II, non solo perché dopo 456 anni veniva eletto un papa non italiano, ma anche perché il suo cammino politico , essendo stata la durata del suo pontificato una delle più lunghe della storia della Chiesa, ha influito enormemente sugli equilibri politici, strategici ed economici mondiali. Continua la lettura di La canonizzazione di Giovanni Paolo II

L’insegnamento di Gesù ed i comportamenti dei suoi vicari

Tra il 70 d.C. ed il  IOO d.C. fu redatto il Nuovo Testamento, cioè i Vangeli, gli Atti degli Apostoli e le lettere di Paolo, in cui Gesù fu elevato dagli evangelisti al rango di figlio di Dio e creata, sulla sua persona, una religione che ancora oggi, dopo 2019 anni è presente in quasi tutti le nazioni del mondo. Bisogna sottolineare che dalla personalità e dalle azioni di Gesù scaturì un potente centro di potere, il potere spirituale gestito dalla Chiesa cattolica, che per diciannove secoli consecutivi è  riuscito ad essere, alle volte anche con la violenza e con la coercizione, più incisivo e importante del potere temporale. Continua la lettura di L’insegnamento di Gesù ed i comportamenti dei suoi vicari